fbpx
TecnologiaComputerSmartphone

Microsoft Edge Chromium – 4 mesi dopo

INTRODUZIONE

Come ben sappiamo, il nuovo Microsoft Edge basato sul browser Chromium è stato reso disponibile in download pubblico il 15 gennaio 2020 per chiunque volesse provarlo, tuttavia Microsoft ha deciso, “solo” quattro mesi dopo, di introdurlo come parte dell’aggiornamento Windows 10 Versione 2004 (May 2020 Update). Questo ha portato molti utenti, me compreso, a provare per curiosità questo browser che fin da subito prometteva funzionalità innovative rispetto il vecchio, abbandonato ed obsoleto Internet Explorer e maggiori prestazioni, nonchè minor carico delle risorse di sistema rispetto al più conosciuto Google Chrome.

Affermazioni azzardate, insomma, da parte di un’azienda che vuole competere contro una gran potenza qual è Google partendo con un progetto di sviluppo non esattamente ben visto dalla comunità se non come protagonista di infinite e storiche meme (Internet Explorer) ed un browser molto valido che fino ad ora è stato progettato e rilasciato sotto licenza Open Source (Chromium).

Microsoft Edge Chromium informazioni versione

LE PARTICOLARITA’

Microsoft Edge Chromium era stato presentato con la promessa di rendere efficiente e moderno un browser obsoleto e che, testuali parole di microsoft al lancio del suddetto browser:

Non intaserà la vostra ram come invece fa Google Chrome

Consumo ram Microsoft Edge Chromium
Mezzo GB di RAM con sole tre schede aperte, ma non male comunque dai.

Diciamo quindi che si parte con una premessa davvero importante.
Inoltre promette di essere più sicuro e di dare pieno controllo all’utente circa le impostazioni di navigazione cercando di essere il meno invasivo possibile.

Microsoft Edge Chromium riguardo la privacy
Come si suol dire: “la sicurezza prima di tutto

Microsoft, con questo browser, decide di procedere a testa alta sulla sua idea di uniformazione, come ha già fatto con le versioni di Windows per tablet e smartphone e come sta sempre di più facendo con la versione desktop, così da rendere tutto il suo ecosistema unico e inconfondibile.

Ma cosa c’entra questo con il nuovo Edge? L’azienda ha promesso che grazie al nuovo Edge (disponibile sia su computer che montano sistemi Windows, sistemi OSX, quindi entra in gioco anche Apple e sistemi Linux/Ubuntu, sia su smartphone che montano sistemi Windows Phone, Android e Ios) sarà possibile sincronizzare non solo i preferiti ma anche le schede aperte da ogni dispositivo, così da creare una continuità sui processi che si erano già iniziati su un dispositivo procedendo su un altro.
Questo però comporta l’accesso tramite un account Microsoft da tutti i dispositivi dove si è installato il browser Edge, cosa di cui però la maggior parte degli utenti medi non fa uso (forse chi aveva, come me, MSN Messenger).

Microsoft Edge Chromium sincronizzazione dispositivi

LE FUNZIONALITA’

A dire il vero non sono molte le funzionalità che differenziano il nuovo Edge Chromium da un Google Chrome o da un Mozilla Firefox, tuttavia anche se poche sembrano essere delle funzionalità molto utili.

Tra le più importanti funzioni abbiamo la possibilità di importare le informazioni dagli altri browser, la possibilità di utilizzarlo su diversi dispositivi con piena compatibilità e contemporaneamente (cross-device), un’interfaccia accattivante, la possibilità di personalizzare nel dettaglio la nostra privacy già dalle impostazioni generali.

Microsoft Edge Chromium importa da altri browser
Io ad esempio ho importato tutto da Google Chrome

Devo tuttavia dire la mia sulla funzione cross-device, ho provato più volte ad usufruirne ma non mi è sembrata molto performante, o almeno la mia personale esperienza non è stata delle migliori, magari mi ricrederò prossimamente.

Apprezzo tantissimo l’aggiunta invece delle raccolte, questa funzionalità davvero interessante vi permette di salvare delle pagine o “parti di pagine” in una o più raccolte e di aggiungere dei veri e propri appunti. Fantastico direi visto che così ci si evita il solito passaggio macchinoso dell’apertura del blocco note, soprattutto a chi non è proprio un grande e assiduo utilizzatore di computer o smartphone.

Microsoft Edge Chromium e le sue raccolte

L’accelerazione hardware fa il suo dovere, come del resto ha sempre fatto, tuttavia sempre riallacciandoci al “come del resto ha sempre fatto” continua a creare sempre gli stessi problemi, questi ultimi verranno notati di più su dispositivi non proprio performanti e dagli amanti di Netflix , Youtube e simili.

CONSIDERAZIONI FINALI

Essendo che ci troviamo in una versione Open Source di Chromium non è stato sicuramente difficile per gli sviluppatori rendere compatibili le estensioni di Google Chrome con Microsoft Edge Chromium, ragion per cui nello store di Microsoft è estremamente difficile non trovare un’estensione presente nel nostro amato store di Google, ciò ha reso difficile per me il ritorno a Google Chrome (e sinceramente sto utilizzando ancora Microsoft Edge). Good job direi!

Ciò che mi lascia perplesso è la gestione della cache, spesso mi è capitato (anche per lavoro in smart working) di dover pulire forzatamente cache e/o eliminare i cookie di determinati siti o servizi per riuscire a visualizzare correttamente il sito, questo potrebbe suggerire un supporto ancora basico circa le impostazioni della cache del browser o comunque un conflitto di compatibilità con alcuni linguaggi di programmazione web (alcuni di questi li ho riscontrati anche in Safari, ma in quel caso Apple stessa ha scelto di omettere alcune funzioni tra cui molte di java).

Possibile che sia un errore legato ad una pessima gestione delle impostazioni da parte mia o che effettivamente sia un errore di distrazione da parte degli sviluppatori del browser, fatto sta che potrebbe essere un fattore determinante per chi, come me, fa un lavoro strettamente legato al web e riscontra problemi simili con determinati servizi utilizzati giornalmente.

Commentate il post dando la vostra valutazione e raccontando la vostra esperienza con questo browser, sono curioso di conoscere il vostro punto di vista.

Voto dell'autore

Compatibilità - 8.5
Design - 7.5
Funzionalità - 6
Carico risorse del computer - 8
Sicurezza - 7.5
Usabilità - 9
Complessità - 5
Esperienza utente - 6

7.2

Voto finale

Questo voto è il risultato totale del voto dell'autore con quello della community, puoi influire sul voto finale, approfittane!

User Rating: 5 ( 2 votes)

Emanuele Capizzi

Sono un appassionato di informatica, videogames e cinematografia. Dedico la mia vita a questi tre campi "artistici" e punto all'informazione sottolineando che si tratta di un'informazione secondo il mio personalissimo punto di vista.

Lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button